SAN MARINO WORKSHOP ON ASTROPHYSICS AND COSMOLOGY
FOR MATTER AND ANTIMATTER
Italy
September 5 to 9, 2011
Dedicated to the 70th birthday of Prof. Erik Trell, Sweden
Keynote speaker for matter and antimatter Prof. Ruggero Maria Santilli, U.S.A.
Organized by the Segreteria di Stato per la Ricerca (Research Ministry) della Repubblica di San Marino,
The R. M. Santilli Foundations, and The Institute for Basic Research, Florida, U.S.A.


 
Home
Workshop Aim
Santilli Isoshifts
Sommario in Italiano
Scientific Committee
Instructions for Participants
Proceedings
Registration Fee
Accomodations
Info on Location

 

Comunicato stampa

Sommario della
Conferenza Internazionale su Astrofisica e Cosmologia
della Materia e dell'Antimateria

che si terra' a San Marino dal 5 al 9 Settembre 2011

Nell'importante Conferenza Internazionale su Astrofisica e Cosmologia della Materia e dell'Antimateria, organizzato congiuntamente dalla Ruggero Maria Santilli Foundation e dalla Segreteria di Stato per la Ricerca della Repubblica di San Marino, che avra' luogo a San Marino dal 5 al 9 Settembre 2011, verranno discusse le piu' avanzate ricerche nei rami di Astrofisica e Cosmologia, sia dal punto di vista teorico che da quello osservativo. Un punto importante e' sicuramente il risalto che verra' dato all'Antimateria, tradizionalmente poco considerata nell'Astrofisica Standard. Nella Sessione Cosmologica verranno discussi il Modello Standard del nostro Universo, cosi' com'e' stato convenzionalmente realizzato nel 20esimo secolo.

Si parlera' dunque dell'espansione accelerata dell'Universo, del celeberrimo BigBang, della Materia Oscura, dell'Energia Oscura e dei Buchi Neri. Verra' pero' anche discussa un'importante alternativa al Modello Standard. Saranno infatti presentate delle verifiche sperimentali, effettuate da scienziati europei e, indipendentemente, degli Stati Uniti, di un'ipotesi teorica del Fisico italoamericano Ruggero Maria Santilli, che, basandosi sugli innovativi concetti di isoredshift ed isoblueshift, prevede deviazioni all'interno dei mezzi materiali dalla celeberrima Teoria della Relativita' Speciale di Einstein (la cui validita' nel vuoto non e' assolutamente in discussione, trattandosi della Teoria maggiormente testata nella Storia della Scienza). Queste deviazioni, portano a loro volta a deviazioni nella legge dell'Effetto Doppler e potrebbero avere delle enormi conseguenze in Astrofisica e Cosmologia per la realizzazione appunto di un modello alternativo in cui potrebbero non esserci i gia' citati BigBang, Energia Oscura, Materia Oscura ed espansione dell'Universo. Infatti, il mezzo interstellare ed il mezzo intergalattico non sono “vuoto puro”, ma, appunto, mezzi fisici materiali in cui le citate deviazioni dalla Teoria della Relativita' Speciale di Einstein diventano fondamentali.

Per quanto riguarda la novita' della Sessione dedicata all'Antimateria, si discutera', anche stavolta, la fisica tradizionale del 20esimo secolo che prevede, sempre secondo la Teoria della Relativita' Speciale di Einstein, che la luce emessa dalla Materia sia uguale a quella emessa dall'Antimateria. In piu' si discutera' un'ipotesi alternativa, anche questa dovuta al Professor Ruggero Maria Santilli, e sviluppata nella cosiddetta Teoria Isoduale dell'Antimateria, che prevede che ci siano delle differenze, verificabili sperimentalmente, tra la luce proveniente dalla Materia e la luce proveniente dall'Antimateria. Questa Teoria e' basata su una nuova matematica, sviluppata dal Professor Santilli al Dipartimento di Matematica dell'Universita' di Harvard nei primi anni '80, che prevede la presenza di una forza di antigravita' per l'Antimateria e l'impossibilita' per la luce proveniente dalla Materia di essere rifratta dall'Antimateria. Cio' ha profonde implicazioni per la sicurezza planetaria, in quanto e' prevista l'esistenza di Asteroidi fatti di Antimateria, che non possono pertanto essere rivelati con la luce del Sole e dai quali parrebbe che il nostro pianeta sia gia' stato colpito in passato (esempio: Tunguska, Siberia 30 Giugno 1908). Si capisce dunque come l'identificazione di un metodo che ci permetta di rivelare questi Asteroidi di Antimateria diventa fondamentale per la sicurezza mondiale.

Da quanto detto emerge dunque che la Conferenza Internazionale su Astrofisica e Cosmologia della Materia e dell'Antimateria, che avra' luogo a San Marino dal 5 al 9 Settembre 2011, ha tutti i requisiti per diventare un momento storico negli studi in Cosmologia ed Astrofisica, col ritorno all'idea di Galileo che i nostri modelli astrofisici e cosmologici si debbano basare su teorie sperimentalmente verificabili sulla nostra Terra.

Prof. Christian Corda, Organizzatore della Conferenza Internazionale su Astrofisica e Cosmologia della Materia e dell'Antimateria, San Marino 5 9Settembre 2011.

Prof. Monica Moroni, Segreteria di Stato per la Ricerca della Repubblica di San Marino ed Organizzatrice della Conferenza Internazionale su Astrofisica e Cosmologia della Materia e dell'Antimateria, San Marino 5 9 Settembre 2011.

Ing. Epifanio Troina, Segreteria di Stato per la Ricerca della Repubblica di San Marino ed Organizzatore della Conferenza Internazionale su Astrofisica e Cosmologia della Materia e dell'Antimateria, San Marino 5 9 Settembre 2011